News

12-05-2019

Newsletter n.05 del 12 maggio 2019

Sintesi “Bando Potenziamento economico delle cooperative e dei loro consorzi, annualità 2019"

Beneficiari

Beneficiari dell’avviso sono le società cooperative e relativi consorzi, a mutualità prevalente aventi sede legale e operativa in Sardegna iscritte all'albo delle società cooperative alle categorie:
- cooperative di produzione e lavoro;
 - cooperative sociali;
 - cooperative di consumo;
 - consorzi cooperativi.
In caso di consorzi di cooperative, tutte le società consorziate devono avere sede legale e operativa in Sardegna.

Interventi ammissibili

- L’acquisto di un bene immobile esistente.
- Macchinari, impianti, arredi ed attrezzature varie, nuovi di fabbrica, ivi compresi quelli necessari all'attività gestionale dell'impresa e i mezzi mobili strettamente necessari al ciclo di produzione (esclusi quelli targati), identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell'unità produttiva oggetto del Programma d’investimento)
- Software di base (ad. Es. sistema operativo “Windows 10”, “Windows Server”), equiparati ad un’immobilizzazione materiale e perciò capitalizzato insieme all’hardware alla voce "altri beni".
- Imbarcazione e natanti Ai fini del presente Avviso si definiscono:
a) imbarcazione: qualsiasi generica unità galleggiante avente dimensioni inferiori ai 24 m (limite dimensionale oltre il quali si parla invece di nave) e superiori ai 10 m, indipendentemente dai sistemi di propulsione utilizzati (vela, motore, remi, etc...);
b) natante: le unità da diporto, il cui scafo, misurato secondo le norme armonizzate EN/ISO/DIS 8666, abbia una lunghezza pari o inferiore a 10,00 m, indipendentemente dalla loro propulsione.
- Veicoli a motore (per la nozione di veicolo: art. 46 cod. strad.). I veicoli a motore dovranno essere dimensionati alle esigenze produttive, e al fine dell’ammissibilità devono corrispondere alle tipologie: autocarri (secondo la integrale definizione resa dall’art. 35, comma 11, D.L. n. 223/2006, convertito nella L. 248/2006 e il successivo Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 6 dicembre 2006); autobus; veicoli per trasporti specifici e per uso speciale; mezzi d’opera e macchine operatrici.
- Autovetture e motoveicoli. Per essere ammesse: le autovetture a benzina dovranno avere cilindrata non superiore a 1600 c.c., le autovetture diesel cilindrata non superiore a 1800 c.c.. I suddetti limiti non si applicano per il Minibus ossia autovetture aventi posti compresi tra 6 e 9. Si precisa che non sono ammissibili veicoli oggetto di precedente immatricolazione e dunque, tra gli altri, gli autoveicoli a km 0.
- Software applicativo che viene iscritto in bilancio alla voce “diritti di brevetto industriale e di utilizzazione delle opere dell’ingegno” (B.I.3) e quindi:
a) acquisto della proprietà del software;
b) acquisto della licenza d’uso a tempo indeterminato.
- Diritti di brevetto: sono diritti che assicurano l’esclusivo sfruttamento di un’invenzione, entro i limiti stabiliti dalla legge. Possono costituire oggetto di brevetto le invenzioni industriali, i modelli di utilità e i modelli e disegni ornamentali (B.I.3);
- Redazione di siti e-commerce. Sono i costi per la realizzazione di siti che consentano il commercio on line (vendite on line di beni e servizi).
- Certificazioni di qualita: sono ammessi esclusivamente i costi relativi alle prestazioni rese dall'organismo certificatore e i costi per l’accompagnamento alla certificazione di qualità. In questa rientrano i costi per la implementazione dei Sistema di qualità aziendale conformi alla normativa ISO nonché i costi per le attestazioni SOA e per i loro rinnovi periodici.

Misura dell’agevolazione

L’aiuto concesso consiste in un contributo in conto capitale a fondo perduto, nella misura del 50% delle spese ammissibili al netto dell’Iva, come indicate dalla cooperativa nella propria domanda di partecipazione e sarà erogato secondo la procedura "a sportello" ossia in ordine di arrivo delle relative domande.
Non saranno finanziabili piani di investimento di importo ammesso inferiore a 10.000 euro e non sarà finanziabile la parte di spesa eccedente i 45.000 euro.

Decorrenza

La domanda dovrà essere trasmessa a partire dalle ore 10 del 8 maggio 2019 e fino alle ore 24 del 15 maggio 2019.

Sintesi “Bando Art. 19, L.R. 22.04.1997, n. 16 e D.G.R. n. 16/21 del 3.04.2018, punto 7) – Nuova disciplina per la predisposizione della domanda di contributo in conto occupazione a favore della Cooperative sociali di tipo B - Annualità 2019.”                                                 

Beneficiari

Il finanziamento è destinato alle cooperative sociali di tipo B1, iscritte da almeno due anni, a far data dal giorno di apertura delle domande, nell’apposita sezione dell’Albo regionale (R), tenuto dal Servizio Politiche per l’impresa dell’Assessorato regionale del Lavoro (L).
Ai fini dell’erogazione, la iscrizione di cui al comma precedente è condizione necessaria ma non sufficiente in quanto la Cooperativa sociale richiedente deve svolgere delle attività effettivamente riconducibili alle tipologie di cui alla sezione B.
A questo scopo, il Servizio Politiche per l’impresa si riserva il diritto di compiere ogni verifica e segnalare alle altre Amministrazioni competenti3 eventuali irregolarità o anomalie riscontrate.

Interventi ammissibili

Il finanziamento ha ad oggetto il rimborso delle retribuzioni erogate dalla Cooperativa sociale a ciascun socio lavoratore nella misura del 50 per cento della retribuzione lorda4 prevista dal contratto collettivo nazionale di categoria5 oppure nella misura dell’80 per cento per ciascun socio appartenente alle categorie di persone svantaggiate di cui all' articolo 4 della legge n. 381 del 1991, il cui elenco è precisato all’art. 24 della L.r. n. 16 del 22.04.1997 (L).

Misura dell’agevolazione

Il contributo copre un massimo di 24 mensilità corrisposte (è dunque a rimborso) (L) nell’arco dei 24 mesi antecedenti la data di inoltro della richiesta (R) e non è cumulabile, nello stesso periodo, con analoghi contributi previsti da altre leggi nazionali e regionali (L). Inoltre, il socio lavoratore deve essere ancora alle dipendenze della cooperativa alla data di presentazione della domanda, ad eccezione della ipotesi in cui svolga attività di tipo stagionale (cfr art. 3.3, n. 9) (R).
Si precisa che la nozione di retribuzione -ai soli fini della presente procedura- è limitata alla “retribuzione ordinaria” con esclusione di altri oneri (tredicesima, quattordicesima, straordinario, gratifica natalizia, ferie, festività, etc…) (R).
Possono essere finanziati solo i periodi temporali in cui la cooperativa sociale era iscritta all’Albo regionale nella Sezione B (L). Ogni cooperativa sociale può chiedere fino ad un massimo di € 65.000,00 nella propria domanda di partecipazione (R). Eventuali cifre ulteriori verranno ridotte d’ufficio entro tale limite, scartando, a ritroso, le retribuzioni più recenti.

Decorrenza

Le domande di partecipazione con i relativi allegati dovranno essere trasmesse a partire dalle ore 10:00 del 13 maggio 2019 alle ore 24:00:00 del 17 maggio 2019.

Servizi

servizi

HR Consulting Management S.r.l. si occupa di Consulenza strategica e business planning, Controllo di gestione, Finanza agevolata, Ristrutturazione finanziaria, Contabilità  e assistenza amministrativa e fiscale, Consulenza societaria, Consulenza organizzativa, del lavoro e ricerca del personale.

Clicca sulla voce che ti interessa: